Estate

Date: 2 luglio, 2015 Posted by: Angelo Raffaele Giannotta In: Varie

estate

Con l’arrivo dell’Estate qualche volta si porta il proprio portatile in vacanza, chi per lavoro chi per puro diletto.

Gli inconvenienti a cui andiamo incontro, però, possono irrimediabilmente danneggiare non solo il nostro strumento di lavoro ma anche e soprattutto il lavoro in se, perdendo documenti e foto in modo spesso definitivo.

Come prevenzione  bastano dei piccoli accorgimenti per preservarci dalla perdita del nostro “beneamato” , tenendo conto che questi accorgimenti non garantiscono assolutamente una protezione efficiente ma possono comunque diminuire notevolmente i danni.

CALORE, SOLE

Un problema molto pericoloso è l’eccessivo calore che purtroppo aumenta notevolmente durante questo periodo.
Un piccolo accorgimento è sollevare sufficientemente il portatile dal piano di appoggio quel tanto che basta a far passare un po’ d’aria per le ventole di raffreddamento.

La luce del Sole diretta oltre ad essere dannosa per il pc è dannosa anche per gli occhi di chi lo usa. Anche se gli attuali schermi sono migliori, lavorare in penombra sarebbe l’ideale.

Mai e poi mai appoggiare il notebook sulle gambe (danneggia anche voi per il calore prodotto) o sull’asciugamano perché questo impedisce al portatile di raffreddarsi con un probabile blocco dello stesso.

Sistema-antisurriscaldamento

 

Sono in vendita dei supporti in plastica che sollevano il portatile dal piano di appoggio e contemporaneamente lo raffreddano con ventole aggiuntive. Potrebbe essere una buona soluzione comprarne uno purché non eccessivamente ingombrante e, importante, di qualità.

 

 

 

ACQUA, SABBIA

Ammettiamolo! Quanti di voi si portano il portatile sul bordo di una piscina o vicino al mare?  Nonostante sia un’idea sciocca, molti lo fanno specialmente per necessità e sedersi lontano dall’acqua non ripara comunque dall’omnipresente sabbia.

copri_tastiera_in_silicone

Purtroppo basta una goccia o un granello sulla tastiera o uno spruzzo inconsapevole di un bagnante qualsiasi per rovinare completamente non solo la giornata ma anche l’eventuale vacanza.

Per proteggere il portatile da questo tipo di danno può servire un copri tastiera che impedisca ai liquidi di entrare almeno dalla parte superiore; la protezione può funzionare anche per la sabbia, oltre naturalmente a riparare dalle briciole del pane e da un caffè inavvertitamente lasciato vicino.

I copri tastiere si vendono sia per modello sia universale; consiglio però, per quanto possibile, di trovare il copritastiera dedicato in quanto assicura una migliore protezione del portatile.

 

PRIVACY, FURTI

Portarsi un portatile in vacanza non significa solo proteggerlo dal sole, dall’acqua e dal vento ma anche e spesso dagli altri esseri umani.

Fermo restando la privacy che dovrebbe essere al di sopra di tutto, per esempio utilizzare il portatile in un ambiente dove nessuno vi possa stare vicino o dietro le spalle, lasciarlo incustodito, in molti ambienti, significa non ritrovare più niente.

Cloud-criptato

Purtroppo la perdita del pc è importante ma spesso non quanto la perdita dei dati conservati e il probabile utilizzo improprio da parte degli altri, per cui sarebbe consigliabile almeno crittografare il pc con una password sicura e contemporaneamente aver sempre attivo un servizio di cloud (servizio di copia/backup su internet)  che sincronizzi sempre i dati del vostro pc con un vostro spazio dedicato.

In questo modo, nel malaugurato caso vi venga rubato il pc, con una crittografia robusta i ladri al più possono solo formattare il pc e non vedere o usare  i vostri dati; per quanto riguarda i dati, questi possono essere recuperati dal servizio cloud correttamente configurato.

 

VIRUS

Quante volte vi è capitato di ricevere email di pubblicità e scoprire, nell’aprirla, che conteneva un virus?

anti-software-virusPurtroppo questa pratica, cioè l’invio di email infette, è ormai diventata una piaga, costringendo sempre e comunque ad avere una accortezza non solo di aver installato un buon antivirus che vi protegga ma anche ulteriori programmi che filtrino le pubblicità indesiderate, le offerte all’ultimo minuto, le finte vincite milionarie e nonostante tutto stare attenti alle email di chi si conosce in quanto potrebbe anche’esse essere infette.

Resta sempre valido il consiglio di conservare i propri dati in “posti” alternativi in quanto potrebbe succedere inavvertitamente di aprire una email infetta e ritrovarsi il pc con tutti i dati compressi.

 

 

DISTRAZIONE

Questo è la cosa più pericolosa: la distrazione.

DistrazionePer distrazione ci si può dimenticare di fare tutto ciò che è stato scritto sopra (protezione contro gli elementi naturali e contro gli esseri umani) ma per distrazione ci si può dimenticare semplicemente il proprio portatile sul tavolino e andarsene con la testa che pensa a chissà che.

Per poi ritrovarsi in camera cercando di capire cosa ci manca.

Per quanto strano la percentuale di “dimenticanza” è altissima e non c’è una buona soluzione ottimale ; non pianificare anticipatamente l’uso del proprio pc in vacanza e attivare le soluzioni che possono almeno minimizzare al massimo gli eventuali danni  è la prima delle grandi distrazioni, seguito dalla semplice dimenticanza del proprio pc al bar. Questo perchè spesso si danno per scontato che alcune operazioni debbano essere automatiche ma in realtà occorre un buon tecnico per programmare il tutto, tranne naturalmente "la testa girata" 🙂 

Meglio prevenire che curare perché curare qualche volta non è possibile.

 

Lascia un commento